Posts contrassegnato dai tag ‘COISP’

Sindacato, turni, divise, vitto, mense, contratti, aumenti; poi tette, mafia, terrorismo, politica, sesso, politica e politici, donne, uomini, bambini, polizia, quasi sempre, ma anche carabinieri, militari e vigili urbani, minigonne, orge. Leggi, indulti, motori, Trentino, pedofilia, teatro, CO.I.S.P., coltelli e pugnalate, manifestazioni, botte, estintori, cucina, Berlusconi, Prodi, Renzi, Casarini, Placanica, Saviano, Cesare Battisti, quello vero e quello no, Sky, Rai, Maccari, La Russa, Capi della Polizia, Ministri, Questori, Prefetti e Commissari del Governo …
Sono alcuni degli argomenti che ho toccato in una decina d’anni di “angolo delle riflessioni” e di comunicati sindacali, quasi sempre usando una clava al posto della penna; spesso politicamente scorretto, lo ammetto. Ho avuto moltissimi contatti e “interazioni” come si dice. Chi d’accordo e chi contrario, commenti a volte coloriti, duri, sentiti, spiritosi e solidali.
Poi mi son permesso di scrivere di un’orsa uccisa qui in Trentino.
Apriti cielo: nonostante avessi addirittura prospettato una salvezza per il simpatico plantigrado, per certi personaggi io, poliziotto sindacalista, improvvisamente non dovevo permettermi più di parlare. Non dovevo scrivere, non dovevo esprimere un’opinione non dovevo commentare. Ma dove s’era visto mai uno sbirro che esprime il proprio parere. Che non mi permettessi più. Guai a me.
Infatti eccomi qui tremante e pentito per aver “venduto la pelle dell’orso prima di averlo ucciso” (cit. proverb.)
Accidenti ci sono ricaduto. E adesso?

Annunci

buona-notte-good-night-2Si celebra anche quest’anno, il 17 marzo, la “Giornata mondiale del sonno” , patrocinata da eminenti associazioni, immancabili politici ministeriali e addirittura dal Senato.

In breve si vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza del sonno giusto e ristoratore, perché pare che anche gli italiani, abbiano qualche problema a trascorrere notti serene e quiete.

Specialmente se nel bel mezzo della fase rem si trovano un ladro, magari armato, a gironzolare per casa.

Che ne direste, cari Onorevoli e Senatori, tanto per aggiungere qualcosa di concreto al prestigioso logo da applicare ai manifesti dell’evento, di far assumere qualche poliziotto in più?

Visto mai che qualche Volante per strada aiuti a far fare sonni tranquilli ai nostri cittadini?

 

Da Javert * per il settimanale Coispflash

Ho atteso fino all’ultimo ma inutilmente.

La beatificazione di Felice Maniero è andata in onda regolarmente; “faccia d’angelo” incassa diritti e ride delle vittime, dei famigliari e di quanti si sono indignati dell’ennesima esaltazione di esempi negativi, di paladini dell’illegalità e della violenza.

Sky incassa, facendosi nuovo portatore di questa tendenza vergognosa, tanto redditizia a livello economico quanto disastrosa dal punto di vista educativo e ignora ogni richiesta di ripensamento alla programmazione o rifiuta di dare spazio, prima e dopo ogni puntata, alle testimonianze dei famigliari delle vittime di questo criminale come il COISP chiedeva in questo comunicato.

Così dopo Renato Vallanzasca esaltato al cinema, Cesare Battisti invidiato in spiaggia sulle riviste di mezzo mondo, Mara Cagol glorificata a teatro ci mancava questa beatificazione di un boss della mafia, che in quanto veneta non è da meno di quella siciliana.

Rapine, omicidi, associazioni a delinquere, terrorismo… robetta. Quel che conta è sparare una storia in prima serata e catturare pubblico, poco importa che sia Ghandi, Madre Teresa di Calcutta, Salvo d’Acquisto, Giovanni Palatucci, Giovanni Falcone o Paolo Borsellino, magari il Cesare Battisti, quello vero… o che invece sia Maniero, Vallanzasca, Cagol…

Peccato Sky, e pensare che addirittura avevi stipulato una convenzione nientedimeno che con il Ministero dell’Interno per degli abbonamenti scontati ai poliziotti…

Addio Sky, con questa lettera riceverai anche la mia lettera di recesso all’abbonamento, un piccolo gesto che non smuoverà certo le casse o la coscienza di Murdoch ma che metterà pace alla mia. Non potevo essere complice di tutto questo e contribuire al pagamento delle royalties di Maniero.

Non potevo.

* Javert 😦Sergio Paoli, Segretario Generale Prov

inciale di Trento del Coisp, sindacato indipendente dei poliziotti)