No TAV. Liberi di distruggere

Pubblicato: 18 settembre 2013 in Uncategorized
Tag:, , , ,

ETR.500 "AV" at Milano Centrale.

ETR.500 “AV” at Milano Centrale. (Photo credit: Wikipedia)

Premetto che sto per scrivere una boiata.

La frase è mia e ne rivendico i diritti, ma sono disponibile alla sua cessione, anche gratuita. La vedrei bene davanti a dichiarazioni quali una recente di Ascanio Celestini: “No Tav? I sabotaggi sono poca cosa in confronto alla distruzione di una montagna” da leggere qui. Tengo per me ogni considerazione sull’intervista e sul concetto di “poca cosa”; ho premesso che avrei scritto una boiata e i razzi, le molotov, le maschere antigas, i tubi in plastica, gli pneumatici, le fionde, le cesoie, i chiodi a quattro punte e altri simpatici oggetti trovati in possesso dei “manifestanti” della No Tav, non li considero, perdonatemi, “poca cosa”.

Ma tornando allo scopo principale della mia boiata, avrei pensato a questo:

perché non deviare il percorso della TAV e farlo transitare (anche sotto) Piazza Alimonda? Poi lasciare che i sabotaggi e le distruzioni in superfice proseguano. Sarà poca cosa se vien giù anche il cippo di Giuliani, il ragazzo con l’estintore?

Annunci
commenti
  1. […] viaNo TAV. Liberi di distruggere. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...