Un economo oculato

Pubblicato: 25 settembre 2011 in Uncategorized
Tag:, , , , ,

San Michele Arcangelo, Lucignano, Italy

Image via Wikipedia

Qualche giorno fa ho concluso su e-bay un affare fantastico!

Riproduzione di cento figurine in carta lucida non originali, con la locandina del film di Ollio e Stanlio di cui sono un ammiratore appassionato, “Gli allegri gemelli”. Prezzo 9,99 Euro, spede di spedizione 3 Euro.

A dire il vero, le stesse figurine me la sarei potute far stampare alla tipografia qui sotto, avrei magari speso meno, ma è una cosa che non l’ho mai fatto, non so se fidarmi….

Vinta l’asta mi appresto a completare l’affare ma… ahimè mi accorgo che ho nel mio budget per le spese varie ben più dei 9,99 per le figurine ma in quello per le spese postali non ho i 3 euro necessari per la spedizione. Un dramma. Che faccio?

Mi consulto con me stesso per giorni poi decido. Non posso perdere un affare del genere, così prendo la mia automobile, carico Alfio, amico e compagno di sempre e partiamo alla volta di Roma: Andata e ritorno 1170 chilometri. Ci fermiamo a dormire e mangiare a Roma poi preleviamo il prezioso pacchettino e sulla strada del ritorno ci fermiamo a pranzo usando sempre il budget per le spese varie. Arriviamo nel pomeriggio stanchi ma soddisfatti di aver concluso un buon affare.

Giovedì 29 settembre, San Michele Arcangelo, alla riunione della Tenda 165 dell’associazione internazionale de “Sons of the Desert – The International Laurel & Hardy Society” farò un figurone con le mie figurine non originali.

Non c’è niente da fare, sono un economo oculato, cresciuto sotto gli insegnamenti di alti funzionari ministeriali, e so ben io come amministrare i beni famigliari.

Pensate che domani mia figlia voleva andare in automobile all’università a 40 chilometri da qui a seguire una lezione per il suo corso di laurea… che pretese i giovani d’oggi… Così le ho organizzato il tutto: partenza alle quattro del mattino sul trattore che porta il latte in paese, colazione all’opera di assistenza pubblica, autostop fino in città, lezione, salto del pranzo che altrimenti mi si appesantisce, ritorno col motofurgone di Arturo che porta i sacchi del mangime così all’arrivo lo aiuta a scaricare poi sei chilometri a piedi fino a casa.

Mica possiamo buttare i soldi di questi tempi.

 

Annunci
commenti
  1. Carlo ha detto:

    complimenti bel pezzo………..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...