Distruggi anche tu una città

Pubblicato: 19 dicembre 2010 in Uncategorized
Tag:, , , , ,

A ruba il nuovo gioco di Natale! Distruggi una città e festeggia con lo slogan “Liberi tutti!”

Le regole sono abbastanza semplici, ma ve le voglio riepilogare:

I giocatori possono essere da tre a qualche centinaio; anche di più per la versione de luxe.

La preparazione dei concorrenti è abbastanza libera, l’importante è che ognuno abbia almeno un bastone, un piede di porco, un estintore, un palo, insomma qualcosa di solido e che il volto sia coperto.

Si sceglie una città italiana dove è in programma un corteo e ci si infila tra i manifestanti, quindi approfittando dell’anonimato così guadagnato, si da inizio alla parte davero più spassosa del gioco.

Si devono rompere vetrate, scassinare bancomat, incendiare autoveicoli e cassonetti, imbrattare muri, divellere semafori, sradicare panchine, gettare tavolini e sedie addosso a chiunque sia a tiro.

Il bello di questo gioco è che non serve avere motivazioni particolari o avversari da contrastare, basta sfasciare tutto e colpire dove capita. Se prendi un poliziotto, un finanziere o un carabiniere hai un bonus. Se prendi un manifestante puoi giocare la carta jolly e dire che sei uno sbirro infiltrato.

Il gioco finisce quando si finiscono le bombe carta, le bombolette spray e gli estintori, oppure quando papy ti chiama sul cellulare che la cena in villa è pronta. Allora si deve abbandonare altrimenti chi lo sente il papy che già ti ha trovato il posto di lavoro e crede che tu sia in Versilia con la Ketty nella vostra casa al mare?

E’ prevista la possibilità, durante il gioco, di venir fermati e portati in prigione. In tal caso, se non si ha la carta “ Uscite gratis di prigione se ci siete oppure conservate questo cartoncino. Non si sa mai” ( ma pare le ultime siano state già distribuite in occasione dell’ultimo indulto), dovete stare fermi un giro, prima di essere rimessi in libertà. In quell’occasione possono intervenire anche le mamme e gridare che siete dei bravi ragazzi. Poi si fa festa fino a notte fonda in un centro sociale, ballando e cantando “ liberi tutti” che tanto al mattino dopo potete dormire fino a tardi.

Al lavoro ci andranno i commercianti, gli esercenti e i dipendenti delle ditte che avete sfasciato.

 

Fatevelo regalare per Natale.

Annunci
commenti
  1. Marta ha detto:

    E’ un gran bel gioco, soprattutto, come dici bene tu, per i figli di papà che sono talmente annoiati che non sanno più a che gioco giocare :))) il papà poi, molto probabilmente, è un ex sessantottino, figlio, quasi sicuramente pure lui, di papà, che ora fa il manager e che licenzia gli operai senza battere ciglio …. insomma è una catena che non finisce mai!!

  2. Marta ha detto:

    Augurissimi di Buon Natale a te e a tutti quelli che ti vogliono e ai quali vuoi bene!
    Per il Buon Anno ci aggiorniamo alla prossima settimana :

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...